giovedì, novembre 06, 2008

LE PRIME ‘GAFFE’ DEL GOVERNO ITALIANO SU OBAMA

Il Presidente del Consiglio Berlusconi dalla Russia fa seguito all’on. Gasparri capogruppo PDL al senato con “gaffe” quanto mai “gravi” e “inopportune” sul nuovo Presidente degli Stati Uniti Barak Obama.

1. Berlusconi:
Obama è bello e abbronzato!
2. Gasparri:
Al Qaeda sarà contenta!

Altro che “minimizzare” come si affrettano a fare i loro colleghi di partito! Sono errori grossolani che violano tutte le regole della diplomazia perché fatti dal Capo del Governo Italiano e dal capogruppo del suo partito oltre che suo senatore, ai danni di un Capo di un altro Stato.

Naturalmente quelle dichiarazioni stanno facendo il giro del mondo (vedi CNN) e fanno parlare tutti i media. È un fatto inqualificabile che “rivela” il basso livello di “civiltà” di questi governanti che i cittadini italiani hanno eletto. Non è la prima volta che succede! Sono ormai numerose le volte! Berlusconi ed alcuni suoi uomini proprio non riescono a tenere a freno la lingua e il “razzismo strisciante” di cui sono pervasi.

Questa volta però coinvolgono la nazione Italia con i loro comportamenti in quanto figure istituzionali che la rappresentano. Ci auguriamo che vengano presentate tutte le scuse necessarie e si eviti ancora una volta a minimizzare e/o a dare la solita colpa agli altri.
Raffaele B.


REPUBBLICA
Berlusconi, prima gaffe su Obama
"E' giovane, bello e abbronzato"
6 novembre 2008

MOSCA - Ieri aveva annunciato di "volergli dare consigli". E oggi fa la sua prima, clamorosa e inquietante gaffe. Silvio Berlusconi da Mosca torna a parlare di Barack Obama e davanti al premier russo Medveded lo definisce giovane, bello e "abbronzato".

E' l'ennesima battuta del Cavaliere, che però stavolta non gigioneggia con le prassi istituzionali, né con gli odiati comunisti. Ma al contrario, sfiora pericolosamente i confini del razzismo. Dimenticando che storicamente il razzismo si nutre non solo di violenza e discriminazione, ma anche e sopratuttto di battute a doppio senso.

Berlusconi: "Obama abbronzato"


ILTEMPO
Gasparri
«Ha vinto lui? Ora Al Qaeda sarà contenta»
06/11/2008

È lo scivolone diplomatico di Maurizio Gasparri, capogruppo dei senatori Pdl, a spiccare tra i commenti del centrodestra italiano sulla elezione del primo presidente afroamericano degli Stati Uniti. «Su Obama pesano gravi interrogativi.

Con Obama alla Casa Bianca Al Qaeda forse è più contenta», dice Gasparri al GR3 con questo intendendo che il nuovo presidente americano va testato sul piano della lotta al terrorismo internazionale fondamentalista. «Parole gravi e inaccettabili», affonda per il centrosinistra il presidente dei senatori Pd Anna Finocchiaro, vedendo minati i rapporti tra Italia e Usa.
La miccia della polemica si accende immediatamente varcando in poco tempo l'aula di Palazzo Madama. «Sarebbe istituzionalmente corretto che il senatore Maurizio Gasparri, dato il suo delicato ruolo parlamentare, si affrettasse a chiedere ufficialmente scusa agli Usa tramite il suo ambasciatore a Roma» spiega Vincenco Cerami, ministro della Cultura del governo ombra del Pd. A sostegno del presidente dei senatori Pdl il segretario della Dca-Pdl, Gianfranco Rotondi minimizza: «Gasparri è un po' come me: per una battuta fa saltare il banco. Non c'è da creare un caso». E Roberto Maroni ci tiene a dichiarare: «Non sono d'accordo con chi sostiene che la vittoria di Obama renderà felice Al Qaeda».

(Intervista audio)
Gasparri: Con Obama Al Qaeda è più contenta


2 commenti:

Leo ha detto...

Persino Bossi (che non amo) ha detto che Berlusconi poteva controllarsi un po' di più riguardo la sua dichiarazione su Obama.

Secondo me è ancora più grave la dichiarazione di Gasparri, per la quale si merita i manifesti che hanno messo con su scritto "vergogna"!!!

Anche in questo caso ho letto di un esponente della lega che non è d'accordo con Gasparri su questa dichiarazione.

Io però sarò all'antica, ma vorrei notizie diverse da tg, vorrei sapere cosa sta facendo il governo per creare nuovi posti di lavoro, per alzare i salari, voglio sapere perchè tutto quello che costava 1000 lire ora costa 1 euro e se si ritornerà a quel punto.
Voglio sapere se gli stipendi dei parlamentari sono davvero così grandi come dice un allegato che ogni tanto gira per e-mail.

Cosa dice Berlusconi a proposito che non avrebbe mai detto di mandare i poliziotti contro gli studenti universitari e invece i suoi stessi video lo smentiscono?

Queste sono le cose che vorrei sapere, non capisco come mai non se lo chiede un giornalista che è pagato per fare domande.

Vorrei inoltre che l'opposizione contestasse la politica di Berlusconi e non più la sua persona.

Raffaele ha detto...

Ciao Leo,
si Bossi ha detto che il cavaliere è fantasioso ma non di più!
Certo la dichiarazione di Gasparri è grave e per di più non può lamentarsi dei manifesti "vergogna" a suo carico perchè il suo partito quando era all'opposizione ha fatto di peggio.
Per quanto riguarda i posti di lavoro, i salari, le pensioni e il caro vita il governo non sta facendo assolutamente nulla a giudicare dalle notizie che circolano, e con molta probabilità i prezzi di una volta non ritorneranno più!
Gli stipendi dei parlamentari (legati a quelli dei magistrati di cassazione) sono ancora alti anche se sono stati ridotti del 10% da Prodi e questo governo invece li vorrebbe ri-aumentare! Comunque per variarli necessita una maggioranza qualificata, vale a dire servono i voti di ambedue gli schieramenti altrimenti non variano.
Berlusconi insiste sempre nel dire che è stato frainteso circa l'uso delle forze dell'ordine, così disse e non di "polizia". Forse intendeva le "guardie forestali"?
In ultimo, l'opposizione fatta dal PD non si limita ad attaccare la persona di Berlusconi ma principalmente la sua politica con proposte alternative (novità rispetto al passato) che mette in reale difficoltà il governo. Per questa ragione il PD viene criticato dalla sinistra radicale la quale vorrebbe fare il contrario.